martedì 3 febbraio 2009

La fine del mondo?


Ormai nel mondo del web gira una specie di febbre che addita questa data, non tanto lontana per la verità, per la catastrofe prossima ventura. Ma su quali basi si portano avanti questo tipo di supposizioni ? A dir la verità qui qualche dato reale c'è, e deriva dalla conoscenza scientifica che oggi possediamo del calendario delle popolazioni della civiltà Maya.

Andiamo con ordine: come è possibile verificare (fonte wikipedia) tra quelle popolazioni non si usava computare gli anni nel modo in cui noi lo facciamo oggi. Fra l'altro gli 'anni', cioè meglio i cicli annuali erano di due tipi: il ciclo Tzolkin (che durava 260 giorni) e il ciclo Haab (che durava 365 giorni). Ma gli anni poi, non si contavano accumulandoli uno sull'altro. 1,2,3 ecc. Si utilizzava invece il Lungo computo: una numerazione progressiva dei giorni in un sistema di numerazione posizionale misto in base 13, 18 e 20 molto complicato.


Precisamente si trattava di un numero di cinque "cifre": la prima (quella delle "unità") in base 20, la seconda (le "decine") in base 18, la terza e la quarta di nuovo in base 20, la quinta in base 13. Queste "cifre" si scrivono da sinistra a destra, come per i numeri arabi (quelli che usiamo normalmente); nella notazione moderna, si scrivono i numeri corrispondenti separati da punti, ad esempio 12.19.13.7.19 (corrispondente al 5 luglio 2006).


Il ciclo completo del Lungo computo era quindi di 13*20*20*18*20 = 1872000 giorni (circa 5125 anni), ed era multiplo del ciclo Tzolkin di 260 giorni. Le prime quattro cifre si contavano a partire da 0 (quindi la seconda andava da 0 a 17, le altre da 0 a 19), la quinta invece andava da 1 a 13. Il primo giorno era il 13.0.0.0.0 (4 Ahau nel ciclo Tzolkin).


I periodi dopo i quali si ripeteva ciascuna cifra avevano i seguenti nomi:


  1. 20 giorni (prima cifra): uinal

  2. 360 giorni (seconda cifra, 18*20 = 360): tun

  3. 7200 giorni (terza cifra, 20*360 = 7200): k'tun

  4. 144000 giorni (quarta cifra, 20*7200 = 144000): b'ak'tun

  5. la quinta cifra si ripete dopo il ciclo completo di 1872000 giorni (13*144000 = 1872000).

Secondo i maya, ciascun ciclo del Lungo computo corrisponde ad un'era del mondo; il passaggio da un'era all'altra è segnato da catastrofi e distruzioni. Il ciclo attualmente in corso è iniziato il 6 settembre del 3114 avanti Cristo ed è molto vicino al termine: il nuovo ciclo inizierà appunto il 22 dicembre del 2012.
Sabato 21 dicembre sarà dunque l'ultimo giorno del vecchio ciclo.


questo è quello che si trova sul web. Ma non dobbiamo pensare che il 22/12/2012 sia perforza un giorno di catastrofi, anzi potrebbe essere una rinascita.


Infatti il nostro ciclo che sta per finire è iniziato nel 3114 a.C. e in quell'anno non mi sembra che la storia riporti grandi catastrofi.


Ricordiamoci ke circa nel 3000 a.C. è comparsa la prima grande civiltà secondo la nostra storia, cioè quella dei sumeri. Quindi il 22 dicembre 2012 forse potrà anche essere un nuovo inizio che porterà cambiamenti nella società dell'uomo o nel suo modo di pensare e non, come viene riportato da molti siti, un giorno di catastrofi o addirittura il giorno della fine della terra!

pensateci...

5 commenti:

jack ha detto...

Ero assolutamente convinto che le cifre 12.19.13.7.19 fossero un indirizzo IP. An vedi che era davvero una data? :O
Cmq è certo che la preparazione matematica dei maya e delle popolazioni antiche non era sicuramente inferiore a quella dei nostri tempi.Non smetteremo mai di stupirci..O non ci faranno mai finire di stupirci?! :D
Ciao Nellina,a presto.Ci sentiamo comunque prima che finisca il ciclo del 2012 ;) bye bye

Cesco ha detto...

Ciao Nella, per favore, non lasciarti prendere anche tu dalla mania complottista, altrimenti ti ritroveresti invischiata in un circolo allucinante, con gente che vede alieni dovunque, che preannuncia la venuta degli annunaki, che predice la fine del mondo tramite la venuta di Nibiru (un pianeta che non esiste) e altre cose che solo ad ascoltarle si ride come matti. In realtà i Maya non hanno predetto nulla di niente. La questione è un pò complessa, tu sai per esempio che il calendario solare si basa sul movimento della Terra attorno al Sole. Ebbene quello dei Maya si basava anche su questo, ma il calendario di lungo computo, si basa anche sul movimento nella volta celeste. In pratica, secondo i calcoli del calendario, nel 2012 la Terra e il sistema solare si troveranno in una certa posizione, ed è solo questo. Sul fatto che poi i Maya predicessero un cambiamento, non stupisce. E' risaputo che i popoli antichi, come Maya, Sumeri e anche i cristiani, mischiavano scienza e credenze religiose. Molta gente prende per buone le predizioni dei Maya solo perchè avevano delle conoscenze astronomiche superiori a quelle dei popoli dell'epoca, ma in realtà è un discorso insensato: noi abbiamo conoscenze infinitamente superiori alle loro, eppure non riusciamo a prevedere il futuro.

Ciao

Nella ha detto...

Jackkkkk prrrrrrrrr ihih ^__^ allora aspetto di sentirti prima del 2012 :P
Smack

Cesco non mi sono fatta prendere dalla mania ^.^ oggi qualcuno mi ha illuminato su quest'argomento e vi ho resi partecipi!
Ciao :D

stella ha detto...

Mah,sono scettica!

Nella ha detto...

Ank'io Stellina!!!