martedì 1 aprile 2008

Il Primo Aprile


Il Primo Aprile in diversi paesi c'è la particolare usanza del Pesce d'aprile. In questo giorno vengono fatti scherzi (detti appunto pesci d'aprile) anche piuttosto sofisticati con lo scopo di mettere le persone in imbarazzo. Le origini del pesce d'aprile sono incerte, ma indubbiamente collegate a un'epoca in cui si riteneva che l'anno avesse inizio, alla fine di marzo o ai primi di aprile.
In molte culture, l'anno nuovo è occasione di scherzi e divertimenti. Alcuni storici hanno trovato tracce del pesce d'aprile nella mitologia greco-romana. Demetra, alla ricerca della figlia Persefone, rapita da Plutone, sentì le grida dwlla fanciulla riecheggiare nella valle. Le seguì in una ricerca che potrebbe apparire insensata, ma non trovò altro che la loro eco.
Gli antropologhi paragonano la nostra usanza a quella della festa Huli, in India, che si celebra il 31 marzo in cui è tradizione fare burle alla gente, facendole fare lunghe ricerche a vuoto.
Anche se queste usanze risalgono a tempi remoti, il nostro pesce d'aprile ha probabilmente origini più recenti. Nel 1564 Carlo IX, re di Francia, riportò l'inizio dell'anno dal 1° aprile al 1° gennaio.
A questa data si fecero regali tradizionali, mentre al 1° aprile si inviarono doni finti o falsi "pesce d'aprile". E dato che allora in aprile il sole usciva dal segno zodiacale dei Pesci , si chiamarono quedti falsi nomi "pesce d'aprile".
Non tutti però si abituarono subito al cambiamento e vennero quindi additati come gli “sciocchi d'aprile”. Da qui la matrice burlesca del primo d'aprile.
Un'altra ancora è che il 1° di aprile sia diventato giorno dedicato a visite agli amici magari piccoli doni, il tutto con l'intento di creare confusione circa il vero capodanno.
Quali siano le origini, la tradizione di fare scherzi il 1° aprile si è diffusa in quasi tutti i paesi europei e anche in America, e non soltantp tra i bambini.
Nessuno riuscirà a togliere l'alone di mistero che avvolge la festa del pesce d'aprile.
Un mistero che ha origini remote che riportano all'antico Egitto. Sembra infatti che il primo pesce d'aprile risalga al 40 a. C. addirittura a Cleopatra, quando sfidò Marco Antonio a una gara di pesca. In quell'occasione infatti, il generale romano tentò di fare il furbo, incaricando un servo di attaccare all'amo una grossa preda che lo avrebbe fatto vincere, ma la Regina, scoperto il piano, diede ordine di far abboccare un grosso finto pesce in pelle di coccodrillo. Ecco svelato l'arcano dell'usanza di attaccare sulla schiena di un ignaro soggetto un pesce di carta, lasciarla andare in giro così.
Oggi molti giornali e stazioni radiotelevisive si uniscono al divertimento, inscenando scherzi elaborati più o meno piacevoli.
Il primo d'aprile, non è una festa solo italiana. È una tradizione che, con sfumature e nomi diversi, vive in gran parte del mondo.
In Francia è poisson d'avril e richiama l'immagine del sole che, alla fine di marzo, lascia il segno dei Pesci per entrare in Ariete.
Nel Regno Unito le origini della festa, probabilmente importata dalla Francia, si attestano intorno al XVIII secolo. In Scozia, il "pesce d’aprile" dura due giorni. Durante il secondo giorno, chiamato "Taily Day" ("Giorno delle natiche"), gli scozzesi si divertono attaccando dietro le spalle del Gawk, lo sciocco, un cartello recante la scritta "Kick me" (Prendimi a calci). Possiamo ben immaginare l’ilarità che in questo giorno si scatena in Scozia!
Anche nel Sud-Est Asiatico ci sono tracce di questa manifestazione: la data però è diversa. In India per esempio, le danze iniziano il mese prima, il 31 marzo, durante una festa secolare chiamata huli dove è prassi prendersi gioco dei conoscenti facendo compiere loro peripezie inutili.
Dall'altro capo del mondo, invece, bisogna aspettare la fine dell'anno. Il 28 dicembre, in Messico, si festeggia il dia de los innocentes che nonostante ricordi la strage degli innocenti compiuta da Erode è il contraltare del nostro primo aprile.
ed ora . . . fiato alle trombe e via agli scherzi del pesce d’aprile! Sbizzarritevi pure quanto volete, il 1° di aprile tutto è permesso! Ma fate attenzione a non "abboccare"... il tranello potrebbe nascondersi lì, proprio dietro l’angolo! Un solo istante di distrazione ed è fatta: nel giro di un attimo potreste ritrovarvi ad essere vittime beffeggiate di un gioco in cui, ahimè, dovevate impersonare il vittorioso ruolo del beffeggiatore.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Oh che brava, non sapevo tutte queste cose sul primo di aprile, mi stupisci sempre di più, l'ho sempre saputo che sei una ragazza in gamba.
Anche se, non hai ascoltato il mio consiglio di scrivere un post sull'amore, sono sicurissimo che scriveresti un post sublime, lo aspetto con molta ansia.
Comunque bravissima, ciao piccola!!!

Valentino ha detto...

molto interessante....... ma scritto oggi... penserei che è un "pesce d'aprile" ... non so che pensare... :)

Nella ha detto...

No no è tutto vero!
Te lo posso assicurare...
Ciao =)