mercoledì 14 maggio 2008

“Davanti a noi giocano una trentina di delfini: è un’emozione bellissima!”

L’incontro al largo di Sant’Angelo con un branco che ha trascorso il pomeriggio a poca distanza dalla costa isolana. Hanno approfittato di una giornata tranquilla, al riparo dal caos estivo che si estende anche in mare. Aumentano le segnalazioni di naviganti e bagnanti, ma i cetacei sono ormai stanziali al largo di Ischia. Una realtà ambientale di straordinario valore per l’isola
Isabella Marino | Dalla redazione - Va spesso per mare e le è capitato di frequente nel corso degli anni, incrociando al largo di altre isole del Mediterraneo, di incontrare sulla sua rotta cetacei di varie specie. Anche i delfini, i più belli a vedersi, protagonisti degli avvistamenti più emozionanti. E ogni volta si era rammaricata che una simile esperienza non le fosse mai capitata intorno alla sua isola. Una mancanza che ha potuto colmare l’altro ieri. E in un modo così sorprendente, da ripagarla ampiamente di quella lunga attesa. Perché alla fine Maria Letizia Basile è riuscita a vederli, i delfini nel mare di Ischia, e si è trattato di un momento magico. Che si è protratto per quasi un intero pomeriggio. La giornata era ideale. Mare calmo appena increspato da leggere folate di vento, sole splendente, temperatura piacevole. E una gran calma, tipica di una stagione che non prevede ancora il superaffollamento intorno alle coste dell’isola e l’uso del mare come fosse un’autostrada da parte di migliaia di imbarcazioni lanciate alla massima velocità. Ideale per gli appassionati che amano godere del mare nella sua dimensione più autentica, quasi in solitudine. E ideale soprattutto per i gruppi di delfini intenti nella “fatica” quotidiana di procurarsi il cibo seguendo branchi di pesci o andandoli a cercare nei siti dove il loro istinto li guida. La giornata perfetta per un incontro speciale, da custodire per sempre nella memoria. Il primo avvistamento è avvenuto davanti a Punta Sant’Angelo, intorno alle diciotto e trenta. Sulla superficie scintillante dell’acqua si sono improvvisamente materializzate delle pinne. Quanto bastava per catturare l’attenzione di Maria Letizia e del marito, che procedendo lentamente hanno fissato lo sguardo su quel fenomeno, augurandosi che fosse ciò che speravano. E infatti, pochi istanti dopo si trovavano ad assistere alle evoluzioni di un grosso branco di delfini, una trentina di esemplari all’apparenza tutti adulti. Che spesso emergevano dal mare, producendosi nei caratteristici salti fuori dell’acqua che riservano sempre emozioni straordinarie a chi vi assiste.

IN ESPLORAZIONE LUNGO LA COSTA
Gli animali si muovevano avanti e indietro, probabilmente intenti ad alimentarsi. Divisi in gruppi più piccoli, come delle famiglie, che però non si allontanavano mai troppo gli uni dagli altri, mantenendosi in stretto contatto e pronti a ricompattare il branco in caso di necessità. La barca seguiva a distanza, senza perderli di vista e osservando con discrezione il comportamento dei cetacei. Che pian piano si sono spostati lungo la costa, a non molta distanza da terra, intorno ai duecento metri e anche meno, fino alla Scarrupata. Un’ora e mezza circa per coprire quel tratto di mare, inframmezzando le nuotate con lunghe soste per saltare e giocare, padroni del loro ambiente, tranquilli e per nulla intimoriti dalla presenza, più a distanza, di due pescherecci e di quella imbarcazione che sembrava essersi messa sulla loro scia, invece che il contrario. Tanto da spingere due esemplari di grosse dimensioni, un paio di metri di lunghezza ciascuno, ad avvicinarsi per una veloce esplorazione, con tanto di passaggio sotto la chiglia, per spuntare dalla parte opposta e mostrarsi in tutta la propria eleganza, con la pelle lucida dai riflessi argentei e il ventre biancastro, ai due umani a bordo. Interdetti davanti a quella dimostrazione di forza e delicatezza al tempo stesso. “Sono ancora qui davanti a noi – ci ha raccontato al cellulare Maria Letizia, senza nascondere il suo particolarissimo stato d’animo in quel momento – E’ incantevole vederli giocare tra loro, muoversi nel loro elemento. Stiamo continuando a guardarli da lontano da quando li abbiamo avvistati a Sant’Angelo, adesso stiamo alla Scarrupata e continueremmo a stargli dietro per ore. E’ uno spettacolo che non vorremmo finisse mai, chissà quando ci ricapiterà di vederli e poi un gruppo così numeroso. Sa che ogni volta che mi ero trovata davanti a dei delfini, mi ero sempre chiesta come mai non si riuscisse mai a vederli a Ischia? Noi andiamo molto per mare, giriamo con la barca e ci è capitato di vederli tante volte. Al largo di Ventotene, per esempio, e davanti a Stromboli, dove intercettammo quei delfini scuri molto più piccoli. Nel mare di Ischia ci siamo imbattuti in altri cetacei, abbiamo avvistato anche dei capodogli, ma con i delfini questa è stata la rima volta. Una sorpresa bellissima. Anche perché loro sono bellissimi. Sa, sono quei delfini grandi, come li ho visti soltanto in un delfinario, dove ho potuto anche toccarli. Io e mio marito siamo veramente emozionati: quando siamo usciti in mare oggi, non avremmo mai pensato che ci toccasse un’esperienza così particolare, addirittura commovente. Non so che dire, è un momento unico”.

L’EMOZIONE DELLA SORPRESA
La stessa emozione che ha contraddistinto tutte le testimonianze che abbiamo raccolto in questi anni, sempre durante la bella stagione, sia da persone che navigavano al largo di Ischia che da gruppi di bagnanti, ammaliati dall’improvvisa comparsa dei delfini davanti alla spiaggia. Compresi tanti turisti, piacevolmente colpiti dal fuoriprogramma che aveva loro riservato la vacanza ischitana. E si tratta di un numero di segnalazioni crescente, proprio per quanto riguarda i delfini, che a quanto pare si muovono con disinvoltura anche in prossimità della costa e anche nei periodi di maggiore affollamento estivo. Ciò che dà a tutti la sensazione di trovarsi dinnanzi ad un fenomeno nuovo, giacché per molti anni i simpatici cetacei sembravano essere diventati invisibili nelle nostre acque. Ma è solo una percezione, perché i delfini e altri mammiferi marini nel Golfo ci sono sempre stati e non se ne sono mai allontanati, come testimoniano ampiamente gli studi ormai ultradecennali dei ricercatori di Delphis. Quegli studi che hanno rivelato a livello mondiale l’esistenza di un santuario dei cetacei al largo della nostra isola, in corrispondenza del Canyon sommerso di Cuma. Dove è dimostrata una presenza fissa, addirittura “residenziale”, di sette specie di cetacei, compreso l’ormai rarissimo delfino comune dichiarato in via d’estinzione e il capodoglio, anch’esso segnalato come specie fortemente a rischio. E proprio l’avvistamento di alcuni pescatori dilettanti al largo di Forio dimostrò in modo inconfutabile, qualche anno or sono, che i capodogli non sono solo di passaggio nelle nostre acque, ma stanziali, tanto che vi partoriscono i loro piccoli. Un motivo in più per vivere il nostro mare con maggior rispetto per il suo equilibrio e per le sue creature. La cui maggiore propensione a mostrarsi è un bel regalo che ci fa Madre natura e senza alcun merito da parte nostra.

Io c'ero e non dimenticherò mai quella fortissima emozione che ho provato!!!

7 commenti:

Cesco ha detto...

Ciao Nella, capisco benissimo le emozioni che avete provato. Lontano dai turisti, lontano dalla massa, si vivono esperienze straordinarie quando siamo in mare. I delfini, poi, tra gli animali più affascinanti e intelligenti della Terra...

Elisa ha detto...

Ti rendi conto di quanto sei fortunata?! Che emorioni!
Buona serata! Ciao ciao

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

beata te che vivi lì..
qua dove sono io il mare x adesso lo vedo solo in cartolina, o su google earth!!

L ha detto...

Beh, deve essere stato un bel giretto. Mi sembrava di essere li con te.

Peccato che ho finito le mie scorte di rucolino.

Ciao,
L.

Nella ha detto...

@ cesco : si cesco nella tranquillità assoluta, sembrava una situazione quasi surreale ...
Buona serata!!!

@ elisa : si, so di essere fortunata =) buona serata anche a te!!!
Baci

@ marco : dai puoi sempre venirci in vacanza. =))
Buona serata!!!

@ L : bellissimo giretto ... qui di rucolino ce n'è tanto!!!
baci

silvano ha detto...

Bel racconto...qua il mare non c'è. Dev'essere molto bello poterli vedere allo stato brado.
ciao, silvano.

Nella ha detto...

Eh si, ti danno un senso di libertà!!!
Ciao silvano buona serata!!!